Powerlifting Italia Forum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.


Forum ufficiale della FIPL, Federazione Italiana Powerlifting
 
IndiceCercaRegistratiAccedi

 

 Mi presento

Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ryuzaki



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 01.11.19

Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Mi presento   Mi presento EmptyVen Nov 01, 2019 3:14 pm

Ciao a tutti, non sono un powerlifter né ho mai alzato pesi in vita mia.
Però arrampico e sono qui proprio perché penso che dal vostro mondo potrei trarre grossi benefici per quanto riguarda le tecniche di allenamento della forza sperando di riuscire a trasportarle nel mio sport.
Insomma, voglio imparare come funziona in vostro allenamento anche se poi non lo metterò mai in pratica davvero come lo fareste voi e aggiungo pure che per quanto riguarda i termini tecnici sono assolutamente ignorante quindi spero avrete pazienza con me (:

P. S. Ho visto che molti mettono i loro carichi nelle presentazioni, io l'unica cosa degna di nota che posso dirvi è che riesco a fare una trazione con un sovraccarico pari a circa il mio peso (65kg) ma non penso vi interessi ahaha
Torna in alto Andare in basso
Doc

Doc

Messaggi : 3184
Data d'iscrizione : 15.09.10
Età : 54
Località : Busto Arsizio (VA)

Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Re: Mi presento   Mi presento EmptyVen Nov 01, 2019 3:53 pm

Bernvenuto, è interessante confrontarsi con atleti di altre discipline e una trazione con quel sovraccarico è impressionante.

Purtroppo in questo forum sono rimasto solo io che, per tenerlo vivo, essendo il forum della FIPL, continuo a scrivere il mio diario.
Torna in alto Andare in basso
Ryuzaki



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 01.11.19

Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Re: Mi presento   Mi presento EmptyDom Nov 03, 2019 9:18 pm

In realtà ho un fisico abbastanza atipico per un climber, infatti ottengo facilmente massimali di forza elevati a discapito di una massa "eccessiva", quello sulle trazioni non l'ho mai allenato per esempio ed è arrivato casualmente un giorno che goliardicamente abbiamo provato tra amici

Comunque nel frattempo sto leggendo alcuni articoli ma purtroppo parto da una base di conoscenze scarsa e nel mio sport la letteratura sull'allenamento è a dir poco scarsa quindi se vorrai aiutarmi a cercare di creare qualcosa che possa essere applicato al mio caso nel topic che ho aperto te ne sarò molto grato (:
Torna in alto Andare in basso
Doc

Doc

Messaggi : 3184
Data d'iscrizione : 15.09.10
Età : 54
Località : Busto Arsizio (VA)

Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Re: Mi presento   Mi presento EmptyMar Nov 05, 2019 11:07 am

Ryuzaki ha scritto:


Comunque nel frattempo sto leggendo alcuni articoli ma purtroppo parto da una base di conoscenze scarsa e nel mio sport la letteratura sull'allenamento è a dir poco scarsa quindi se vorrai aiutarmi a cercare di creare qualcosa che possa essere applicato al mio caso nel topic che ho aperto te ne sarò molto grato (:

Io ho a malapena un po di conoscenze nelle alzate del powerlifting, su cose diverse non so proprio nulla.
Torna in alto Andare in basso
Ryuzaki



Messaggi : 4
Data d'iscrizione : 01.11.19

Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Re: Mi presento   Mi presento EmptyMar Nov 05, 2019 6:08 pm

In realtà mi interessano più i criteri generali per l'allenamento della forza, che un qualcosa di specifico, per poi tentare di applicarli a esercizi differenti
Nella mia testa l'idea era che ciò che era valido per la forza chessó nella panca piana poteva esserlo anche altri gruppi muscolari, parlando a livello di numero di ripetizioni, serie, recuperi e aumento del carico ecc
Torna in alto Andare in basso
Doc

Doc

Messaggi : 3184
Data d'iscrizione : 15.09.10
Età : 54
Località : Busto Arsizio (VA)

Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Re: Mi presento   Mi presento EmptyGio Nov 07, 2019 3:26 pm

Questo è una mia piccola riflessione-consiglio sugli allenamenti della forza, se può esserti utile prova a vedere:

Citazione :
Questo post è indirizzato ad atleti principianti o intermedi che desiderino ricevere delle linee guida su come impostare un programma di allenamento sensato e funzionale.

Io a che livello sono?
Premesso che i livelli “principiante\intermedio\avanzato” sono solo delle convenzioni, gli elementi che meglio rappresentano dei parametri affidabili sono l’anzianità di allenamento (con i sovraccarichi) e i carichi sollevati nei principali esercizi multiarticolari. Brutalizzando il discorso...

Sei un novizio (o intermedio) se:
Se ti alleni da meno di 2 anni
Se non hai mai fatto o non alleni squat, distensioni su panca e stacco o anche uno solo dei tre senza motivo
se ti alleni da più di 2 anni ma fai "solo il sopra perché poi gioco a calcetto" o discorsi simili, anche se fai curl con 70Kg
Sei un avanzato se:
ti alleni da più di 4-5 anni in modo completo (vedi premesse sopra)
riesci a sollevare:
1,5 volte il tuo peso in panca
2 volte il tuo peso nello squat parallelo (cioè con le anche almeno all'altezza del ginocchio nel punto più basso)
2,5 volte il tuo peso nello stacco da terra
I metodi di valutazione devono basarsi sul rapporto di peso corporeo, dato che (per esempio) 100Kg di panca sono un buon risultato per un ragazzo di 90Kg ma sono un'enormità per uno che ne pesa 50. Questi riferimenti tuttavia sono sicuramente falsati su soggetti sovrappeso.

Se non ti riconosci nella descrizione di avanzato questo thread fà al caso tuo. Se, viceversa, sei un atleta avanzato avrai sicuramente bisogno di un allenamento estremamente personalizzato che naturalmente non possiamo riassumere in un unico thread.

Prima un pò di teoria (da leggere e non da saltare...)

Stilare una scheda o programma che si adatti alla perfezione a tutti i soggetti è chiaramente impossibile per via delle numerose differenze individuali. In questo thread proporremo quindi un template di base che non si propone di essere perfetto ma piuttosto di costituire una valida base di partenza verso personalizzazioni future.

Il corpo umano è una macchina incredibile, capace di adattarsi in modo straordinario agli stress subiti.
Qualunque sia l’obiettivo (massa, forza, definizione), l’utilizzo dei sovraccarichi ha lo scopo di fornire uno stress all’organismo al quale questo risponderà con degli adattamenti.

L’allenamento con i pesi così come viene presentato nei film o su alcune riviste “sangue e lacrime” o “distruzione muscolare” non ha fondamento scientifico.

L’allenamento con i sovraccarichi (e non solo) rappresenta uno stress al quale l’organismo risponde sviluppando un’ABILITA’(coordinazione, forza, resistenza,…), della quale l’ipertrofia è solo una manifestazione fenotipica (cioè visibile), derivante degli adattamenti attuati dall’organismo ma non rappresenta una Abilità.

Vi siete mai chiesti come mai alcuni atleti agonisti, pur allenandosi in modo specifico per il proprio sport, senza l’obiettivo dell’ipertrofia, sviluppino fisici assolutamente invidiabili?
La spiegazione è che questi allenano in modo efficace e PROGRAMMATO le abilità sport-specifiche e che queste presentino come “effetto collaterale” un incremento della massa magra.

Per questo motivo quando impostiamo un programma di allenamento dobbiamo avere più chiare possibili le abilità da sviluppare e gli adattamenti che ipotizziamo di ottenere.

Gli strumenti tramite i quali possiamo determinare uno stress sono appunto gli Esercizi eseguiti in allenamento.

Non rientra negli obiettivi di questo thread spiegare approfonditamente perché alcuni esercizi siano preferibili ad altri, ci limitiamo a suggerire di basare il proprio allenamento sui grossi multi articolari, cioè esercizi che utilizzano contemporaneamente più articolazioni e allenanano grosse masse muscolari in un unico tempo, utilizzando il corpo come un insieme e non come un collage di muscoli singoli. Sfatiamo quindi il mito che per avere i bicipiti grossi bisogna allenare solo quelli; la fisiologia umana è molto più complessa e la crescita muscolare è legata anche alla produzione ormonale che non viene intaccata dal flettere un gomito, mentre svolgere multiarticolari crea le condizioni per un reale sviluppo di massa muscolare.

Attraverso l’apprendimento della corretta esecuzione e la progressione nei carichi è possibile guidare il corpo verso quegli adattamenti che infine porteranno ad avere un corpo SOLIDO, MUSCOLOSO e FUNZIONALE.

...E ora la pratica!

Dopo questa noiosa ma doverosa introduzione passiamo alla pratica.
Gli esercizi che proponiamo come base sono:
Squat, Panca, Stacco, Trazioni alla sbarra con eventuale sovraccarico, Military press, Rematore con bilanciere, ma è possibile sostituire alcuni di essi con le varianti corrispondenti.

Una scheda o programma è solo un elenco di esercizi e numeri che si presta a numerose interpretazioni.
La bontà dei risultati ottenuti è strettamente dipendente dalla QUALITA’ del lavoro svolto, in particolare la cura maniacale delle esecuzioni, preferibilmente sotto l’occhio attento di un esperto o, in mancanza di questi, tramite l’auto-correzione e\o effettuando delle riprese durante il workout e postando i video sul forum chiedendo (gentilmente) l’aiuto degli utenti volenterosi che vi dedicheranno gratuitamente parte del proprio tempo libero.
In linea di massima tutti gli esercizi devono essere movimenti dominati: quindi niente slanci, rimbalzi, incurvamenti per portare a casa a tutti i costi la ripetizione tirata alla morte. Questo approccio NON VI SERVE. Può essere utile all'avanzato, perché la sua base di esperienza e tecnica gli permette di gestire queste filosofie di allenamento, mentre voi trarrete vantaggi ben maggiori a concentrarvi su fare un buon lavoro. Pulito, tecnico e impegnativo ma non annichilente.

Agli esercizi base saranno poi associati dei Complementari che hanno il ruolo di completare appunto il lavoro e che dovrebbero essere scelti in base alle carenze specifiche del soggetto. Di norma proprio perché sono complementari non si dovrebbe cercare il Peso. Si carica sui fondamentali se si vuole caricare, i complementari son spesso monoarticolari (cioè impegnano una sola giuntura) quindi delicati; meglio fare un lavoro consistente di serie e ripetizioni piuttosto che caricare come i muli su un esercizietto.

Qui di seguito un Template basato sui concetti sopra esposti.

Quante volte mi devo allenare?
Tre sessioni a settimana in tre diverse sedute A B e C. I recuperi tra le serie variano da 1’ a 3’, assicuratevi di aver recuperato sufficientemente da poter affrontare con lucidità la serie seguente.

Come sono fatte le sessioni di allenamento?
A)
Squat 5x5 Progressione*
Panca 5x5 - a carico costante con un peso che consenta di completare agevolmente tutte le serie
Trazioni alla sbarra o lat machine
Crunch 3x20

B)
Stacco da terra 5x5 Progressione*
Military press
Rematore con bilancere
1 o 2 esercizi a scelta per i bicipiti (curl con bilancere, curl manubri)
1 o 2 esercizi a scelta per i tricipiti (french press, tricipiti ai cavi)

C)
Panca 5x5 Progressione*
Squat 5x5 - a carico costante con un peso che consenta di completare agevolmente tutte le serie
Trazioni alla sbarra o lat machine
Crunch 3x20

*Iniziate il primo allenamento con un carico che vi consenta di completare agevolmente il 5x5 (approssimativamente un carico da 8 ripetizioni). Aumentate di un 2.5% ogni settimana avendo cura di mantenere una buona esecuzione.
Negli esercizi complementari senza un indicazione, potete scegliere tra 3 e 5 serie da 6 a 10 ripetizioni con un carico sfidante senza arrivare a cedimento, incrementando i carichi quando questi risultino leggeri.


Conclusioni
Se siete così disgraziati da aver saltato tutto per leggere direttamente qui, questo è la sintesi della sintesi della sintesi (ma andate a leggervi il resto):
in palestra per crescere (in forza, massa, coordinazione) bisogna affidarsi a squat, distensioni su panca e stacco da terra
in aiuto ai 3 grandi esercizi vanno poi aggiunti spinte in alto, trazioni alla sbarra, rematore, dip alle parallele
il corpo non si allena a pezzetti, si allena tutto. Non pensate di poter avere i braccioni solo allenando le braccia.
non serve fare tantissima roba, saltare da una macchina all'altra. Serve poca roba ma fatta bene.
La tecnica negli esercizi è importantissima per crescere.
L'ego non serve: partite da carichi bassi e quando avrete imparato li alzerete. Fregatevene di chi alza il triplo ma li alza da somaro; non è una gara.
costanza, costanza, COSTANZA. Non esiste scheda, allenamento, integratore e nemmeno doping che faccia di voi un atleta in 2 mesi. Perseverate, portate avanti il vostro allenamento sostenibile negli anni e raggiungerete risultati insperati. La fretta NON PAGA!
Torna in alto Andare in basso
Contenuto sponsorizzato




Mi presento Empty
MessaggioTitolo: Re: Mi presento   Mi presento Empty

Torna in alto Andare in basso
 
Mi presento
Torna in alto 
Pagina 1 di 1

Permessi in questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.
Powerlifting Italia Forum :: Powerlifting Italia Forum :: Presentazioni-
Vai verso: